Questo sito utilizza i cookies, in modo particolare a fini statistici, e la sua navigazione ne comporta quindi l'accettazione; in caso contrario, è necessario uscire dal sito e cancellare i cookies memorizzati sul proprio computer (o bloccarli per future visite). Per ulteriori info, visita la nostra privacy e cookie policy. Grazie

  • Ex deportato nei campi di concentramento nazisti: il racconto di Marcello
    Scritto da

    Marcello Martini nel 2015Quando la guerra sfondò la porta di casa Martini, il giovane Marcello aveva solo 14 anni: “I tedeschi irrupperò nella cascina dove eravamo sfollati e ci presero tutti caldi caldi. Il primo fu il sottoscritto, perché stavo su un tavolino proprio davanti alla porta di ingresso. Mi ritrovai subito di fronte un mitra puntato. Erano circa una cinquantina di soldati e avevano circondato tutta la cascina. Mio padre lo portarono da una parte nel vialetto, fiancheggiato da due siepi piuttosto alte; invece mia mamma, mia sorella e io eravamo nell’aia, guardati a vista e sotto tiro, con la proibizione di parlare fra di noi. A un certo punto cominciai a sentir sparare: era mio padre che si era dato alla fuga aprendosi un varco nella siepe e mettendosi a correre in un campo di grano. Gli spararono in quattro ma non una sola pallottola fra le 160 sparate lo raggiunse. Non l’avevano neanche sfiorato. Riuscì dunque a mettersi in salvo e avvisare mio fratello, rimasto nella zona di lancio. Insieme si nascosero nei pressi di Prato, seguitando l’azione partigiana. Il tutto accadeva il 9 giugno 1944.” Ah, una piccola ma fondamentale premessa: questo non è un film ma una testimonianza dalla quale emergono tragici accadimenti che non potrebbero essere più veri.

    Scritto Domenica, 22 Marzo 2015 09:39 in Testimonianze Letto 539 volte Leggi tutto...

Tutti hanno qualcosa da dire...

Censura, falsità, retorica, indifferenza, gossip, sensazionalismo gratuito… Tali concetti e parole sono da considerarsi ostili e quindi banditi da questo sito, che vuole invece essere una sincera finestra su un mondo nel mondo, quello di piccole e grandi storie, rivelazioni, accadimenti e particolarità da carpire fra le righe di pezzi non scritti. La fonte dell’informazione, in questo preciso caso, non è solo il giorno che porta con sé felici novelle o tragiche notizie, ma è chi ha davvero qualcosa da dire.

Leggi tutto...

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.pagina facebook 

JSN Metro template designed by JoomlaShine.com